Milano, firmano il sindaco e il presidente del Consiglio della Regione Lombardia

Dopo il presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Raffaele Cattaneo– ha firmato “Stop false cooperative” anche il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia.

“Sostenere la legalità nel mondo delle cooperative per garantire un mercato sano e trasparente è un dovere delle Istituzioni- ha detto-. Per questo ho voluto dare il mio supporto a questa legge di iniziativa popolare che vuole portare avanti la battaglia contro ogni forma di illegalità in questo settore. Le cooperative svolgono una funzione molto importante ma è evidente che bisogna distinguere chi opera correttamente da chi non segue le regole”.

“In questi anni è stato concreto l’impegno del Comune di Milano per garantire la trasparenza, la regolarità, oltre che la qualità, delle cooperative che collaborano con l’Amministrazione” ha aggiunto, parlando alla stampa durante l’iniziativa “Via le mele marce!”, organizzata il 10 e l’11 settembre a Milano.
E ha concluso: “Ci siamo anche impegnati a riservare il 5% degli appalti per la fornitura di beni, servizi e lavori diversi da quelli socio-sanitari ed educativi alle cooperative sociali di tipo B, quelle con almeno il 30% di lavoratori appartenenti a categorie svantaggiati”.

Insieme a lui, hanno firmato anche gli assessori Marco Granelli, Pier Maran, Pierfrancesco Majorino, Maria Carmela Rozza e Cristina Tajani e Paola Bocci, PD Milano.
Hanno scelto di supportare la campagna, anche il deputato Matteo Mauri; l’europarlamentare Antonio Panzeri  e il presidente Associazione Nazionale Partigiani Italiani, Roberto Cenati.