Siglato protocollo tra Avviso Pubblico e Alleanza: insieme contro le false cooperative

«Siamo vicini alle 70.000 firme e puntiamo alle 80.000. Per chi cerca scorciatoie alla legalità non c’è spazio nell’Alleanza delle Cooperative. Con le istituzioni e con gli enti locali siamo in prima linea per contrastare la criminalità diffusa in troppi settori dell’economia e presente su tutto il territorio nazionale». Così Rosario Altieri, presidente dell’Alleanza delle Cooperative e i copresidenti Maurizio Gardini e Mauro Lusetti commentano la sigla del protocollo  di collaborazione con Avviso Pubblico che raccoglie oltre 350 tra Enti locali e Regioni.

 

L’Alleanza delle Cooperative è impegnata da qualche mese nella raccolta di firme per la legge di iniziativa popolare contro le false cooperative un fenomeno che il Centro studi dell’Alleanza delle Cooperative stima che interessi oltre 100 mila lavoratori che operano all’interno di false cooperative che applicano contratti di lavoro pirata con sigle sindacali minori e determinano una perdita netta, in termini fiscali e previdenziali, di oltre 750 milioni di euro l’anno. «Un danno economico, di immagine e di mortificazione del lavoratore a cui mettere fine» dicono i vertici dell’Alleanza.

 

«La cooperazione annovera moltissime esperienze positive. I fatti di cronaca rischiano di gettare via l’acqua sporca con tutto il bambino. Questo protocollo di collaborazione con l’Alleanza rientra pienamente nel filo conduttore delle nostre azioni: formazione civile contro la criminalità». Questo il commento di Paolo Masini, vicepresidente di Avviso Pubblico alla sigla dell’accordo avvenuta alla Sala Stampa di Montecitorio.