Stop false cooperative, l’Alleanza supera le 2000 firme in Friuli

 In attesa di scoprire il numero complessivo delle firme raccolte in tutta Italia per la proposta di legge di iniziativa popolare “Stop false cooperative”, l’Alleanza inizia a svelare i risultati regionali. 

 

 

 

Udine, 23 ottobre 2015 – Legacoop FVG, Confcooperative e Agci si dichiarano soddisfatte per l’esito della raccolta di firme a sostegno della proposta di legge avanzata dall’Alleanza delle Cooperative Italiane contro le false cooperative che aveva come obiettivo quello di raccogliere almeno 50.000 firme per poter presentare in Parlamento, il prossimo 29 ottobre la proposta di legge di iniziativa popolare.

 

“Abbiamo superando l’obiettivo assegnato delle 2.000 firme – hanno dichiarato i tre presidenti di  Legacoop FVG, Enzo Gasparutti, Franco Bosio di Confcooperative FVG e Adino Cisilino Agci -; si tratta di un risultato importante che evidenzia come siamo uniti nella lotta alle false cooperative. Riteniamo indispensabile – hanno aggiunto i tre presidenti – che la proposta di legge popolare si trasformi in normativa perchè servono controlli più stringenti sulle false cooperative e tutelare il mondo della cooperazione”.

 

L’iniziativa nata dall’Alleanza delle Cooperative Italiane propone la cancellazione immediata dall’albo delle cooperative, per quelle imprese che non siano state sottoposte a revisioni e controlli, oltre che la definizione di un programma di ispezioni a cui sottoporre le aziende che da più lungo tempo non sono oggetto di ispezioni e, ancora, la comunicazione tempestiva all’Agenzia delle Entrate dello scioglimento delle coop e la creazione di una cabina di regia al ministero dello Sviluppo Economico che coordini i soggetti preposti alla vigilanza.

 

“Il fenomeno deve esser combattuto – proseguono – perchè condiziona negativamente il mercato. Le false cooperative lavorano a prezzi più bassi e non rispettano i diritti di chi lavora: pagano meno i lavoratori, non adottano le misure di sicurezza nei posti di lavoro, spesso non versano neppure le tasse. Mancano controlli efficaci e le sanzioni sono insufficienti”.

 

L’importante risultato è stato ottenuto grazie ad un’intensa attività di sensibilizzazione dei soci durante le assemblee di bilancio, ai banchetti appositamente allestiti nei supermercati e ipermercati Coop oltre che all’impegno e alla mobilitazione di tante persone e di tante cooperative in numerose iniziative promosse sul territorio regionale.

 

Fra i nomi illustri che hanno aderito alla campagna: Debora Serracchiani presidente della Regione Fvg, Sergio Bolzonello vicepresidente della Regione FVG, Paolo Maurensig scrittore, Furio Honsell sindaco di Udine, Roberto Cosolini sindaco di Trieste, Francesco Russo senatore, i consiglieri regionali del FVG Enzo Martines, Giulio Lauri e Enzo Marsilio.